C'ERA UNA VOLTA IL MUNDIAL

Quella sera c'eravamo tutti  

con Marino Bartoletti e Max Paiella

di David Conati e Francesco Facciolli
regia 
Francesco Facciolli

C'era una volta il Mundial web02-02.png

Quella sera c’eravamo tutti. Per quella sera intendiamo l’undici luglio 1982, quando l’Italia del calcio, in mododel tutto inaspettato, diventa Campione del mondo.

Attraverso questo spettacolo ironico e realistico vi racconteremo come andò quell’estate. Quell’estate, vissuta insieme a ungruppo di amici

il cui tempo era scandito anche dalle partite del Mundial di Spagna.

Così come in quell’estate nessuno immaginava come sarebbe finita l’avventura degli Azzurri, ciascuno di noi non sapeva dove lo avrebbe portato la vita, cosa gli avrebbe riservato il futuro. È la storia di ungruppo di sette amici, che avevano tutta la vita davanti, sogni,aspirazioni, desideri; senza sapere nulla delle capocciate che avrebbero preso, delle delusioni, delle sconfitte ma anche delle rivincite e delle vittorie. Un gruppo di amici che, stipati nel salotto di casa di fronte al nuovo apparecchio TV a colori acquistato per l’occasione, vive l’impresa epica degli Azzurri tra riti, scaramanzie, esaltazioni, depressioni, imprecazioni, devozioni, anticipando e ripercorrendo anche le imprese che ciascuno sarebbe stato chiamato a vivere.

Su tutto il racconto aleggia “Lo spirito degli anni 80”, che compare, asorpresa a ricordare com’era la situazione generale, sociale, politica delnostro Bel Paese. Così, attraverso aneddoti, curiosità, pezzi di storia racconteremo a chi c’era e a chi non l’ha vissuto, quel periodo denso di sogni e aspettative e cosa è rimasto dopo, di tutti quei sogni. Parlando delle partite della nazionale di Calcio e dell’ascesa di Paolo Rossi,racconteremo anche l’ascesa dei

veri protagonisti di questa storia: noi, noi che eravamo lì sotto lo sguardo benevolo di quello 

Spirito degli Anni 80 che ci ha accompagnato per un intero decennio.

E voi, dov’eravate?